News in evidenza

21.06.2019

Strategie di intervento per il transito attraverso il Brennero

Il 19 giugno ha avuto luogo a Roma presso la sede di Unioncamere il convegno “Strategie di intervento per il transito attraverso il Brennero” cui ha partecipato in qualità di relatore anche il Segretario Generale di ITALCAM Alessandro Marino.

Il 1° agosto entreranno in vigore le nuove norme varate dal Governo del Tirolo per contenere la circolazione dei tir al Passo del Brennero.

Il provvedimento mette a rischio una quota importante delle nostre esportazioni. Infatti, l’interscambio commerciale tra l’Italia e i Paesi del Corridoio Scandivano-Mediterraneo, di cui l’asse del Brennero è un segmento fondamentale, supera i 200 Miliardi di Euro l’anno. Queste merci, nel 93% dei casi, vengono trasportate su strada, passando, appunto, per il valico alpino.

Come sottolineato da Alessandro Marino nel suo intervento, tale provvedimento avrebbe un impatto negativo sulle principali categorie merceologiche di interscambio tra Italia e Germania che ammontano ad un valore di circa 71 Miliardi di Euro (su un totale di 128 Miliardi di Euro di interscambio annuale tra i due Paesi).

Il rischio per la nostra industria è che le aziende tedesche, cui le nostre imprese sono legate da intensi rapporti di fornitura, si rivolgano quindi a fornitori di altri Paesi che possano garantire l’affidabilità delle consegne e dei costi ridotti.

Peraltro l’aumento degli scambi commerciali dell’Italia con l’Europa ha comportato nell’ultimo biennio un aumento del traffico di merci attraverso i valichi alpini che uniscono il nostro paese al resto del continente. Nel 2017 le tonnellate complessive che hanno attraversato l’arco alpino sono state più di 216 milioni. Oltre 2/3 hanno viaggiato utilizzando la modalità stradale ed il Brennero è il valico maggiormente utilizzato.

 

I nostri partner